Organizzazione

Struttura e caratteristiche

La fondazione della Regia Scuola fu fortemente sostenuta dal chiavarese Stefano Castagnola, responsabile del Ministero di Agricoltura, Industria e Commercio (Maic) nel governo Lanza-Sella, e pertanto in origine fu subordinata al suo dicastero. Tuttavia il Ministero riveste un ruolo prettamente politico, mentre il finanziamento è coperto per oltre i 2/3 dagli enti locali (Comune, Provincia, Camera di Commercio di Genova).

La Scuola si configurava come entità autonoma rispetto alla Regia Marina e intendeva formare ingegneri sia civili sia militari. Dal 1874 per il Ministero della Marina gli ufficiali del Genio Navale di nuova nomina dovevano seguire gli studi di ingegnere navale e meccanico presso la Scuola di Genova.

Gli studenti pagavano una rata annuale di iscrizione di 50 lire, dalla quale i più meritevoli erano esonerati.

Gli organi di governo

Ai vertici della Scuola stanno il Presidente e il Direttore.
L’organo di governo è il Consiglio direttivo, formato da sette membri che rappresentano gli enti finanziatori, che dura in carica tre anni. Esso ha  il compito di redigere il Regolamento interno, proporre la pianta organica del personale e le norme per l’amministrazione della Scuola.

Il primo Consiglio direttivo era così composto:

Comune di Genova
Andrea Podestà, sindaco di Genova
 Cesare Cabella, presidente, magnifico rettore dell’Università
Provincia di GenovaAndrea Bozzo
Giovanni Maurizio
Camera di CommercioGiacomo Millo,
presidente della Camera di Commercio
Maic (Ministero di agricoltura, industria e commercio) Edoardo D'Amico
Ministero della MarinaBenedetto Brin

 

Il Presidente erCarlo De Amezaga ritrattoa eletto al suo interno e, operando in stretto rapporto con il Direttore, provvedeva alla redazione del bilancio e coordinava le attività didattiche e i rapporti con il personale.
Il Direttore, capo del corpo docente, era subordinato al Presidente e rivestiva un ruolo operativo: era responsabile della biblioteca e dei laboratori e presiedeva le commissioni di esame e di laurea. Il ruolo fu rivestito da alcune importanti figure quali l'ispettore del Genio Navale Felice Mattei, l'ammiraglio Carlo De Amezaga, Angelo Scribanti, Eugenio De Vito.


M. Cristina De Amezaga, "Ritratto di Carlo De Amezaga", direttore della Regia Scuola dal 1897 al 1899 e Presidente dal 1894 al 1899.
Olio su tela, inizi XX sec. Salone della Presidenza, Villa Giustiniani-Cambiaso, Genova.